Intitolazione della ferrata (facile) O320B dedicata a Mirella Apolloni

Domenica 17 settembre 2017 al Rifugio Val d’Ambiez ”Silvio Agostini” si è svolta la cerimonia pubblica organizzata dalla SAT dove è stata intitolata a Mariella Apolloni, moglie di Ignazio Cornella, storico gestore insieme al figlio Roberto del rifugio Agostini, il sentiero O320B.
Ignazio ha sempre svolto con la SAT una intensa attività nella sentieristica della sua area di competenza, collaborando con la Commissione Sentieri nel rinnovare e ripristinare gran parte delle ferrate in val d’Ambiez,...leggi

comprese quelle dedicate ad Ettore Castiglioni (O321) ed a Livio Brentari (O358).
E fu proprio Ignazio Cornella che propose alla SAT la possibilità di sviluppare una nuova variante al sentiero Palmieri, per mantenerlo in quota, senza scendere a Pozza Tramontana, variante che poi divenne la via ferrata O320B. Ed ancora lo stesso Ignazio che chiese di poter dedicare questo tratto di sentiero alla sua Mariella, con la quale aveva entusiasticamente intrapreso nel 1977 la gestione del rifugio Silvio Agostini in val d’Ambiez.

Mirella scomparve prematuramente a soli 42 anni nel 1982. 

L'itinerario, noto anche come "Palmieri alto", tracciato da Ignazio Cornella a partire dal 1985, collega i rifugi Val d'Ambiez "Silvio Agostini" con il "Tosa e Tommaso Pedrotti, si sviluppa dai pressi della Costa di Ceda alla base della parete sud della Cima Brenta Bassa, mantenendosi parallelo, ma più in quota rispetto al sentiero 320 Elio Palmieri che si abbassa fin quasi sul fondo della grande depressione carsica della Pozza Tramontana.

I passaggi più impegnativi ed esposti (circa 200 metri) sono attrezzati ed il percorso è classificato via ferrata facile.
Le attrezzature antecedenti nel 2016 sono state completamente sostituite ad opera della ditta Orbari di Elio Orlandi per essere adeguate agli standard tecnici adottati dalla SAT.
Alla cerimonia ha partecipato il presidente del SAT Claudio Bassetti, numerosi dirigenti di SAT sede centrale, la Commissione Sentieri, molti dirigenti delle sezioni locali e di altre sezioni da tutto il Trentino.